23 Feb '16

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

0 Shares

Azotemia alta cause e sintomi, dieta da seguire

Azotemia alta cause e sintomi

Azotemia alta cause e sintomi

Sai cosa significa avere l’Azotemia alta e come si cura? In questo articolo ti spieghiamo tutto su Azotemia alta cause e rimedi, ma anche sulla dieta da seguire.

Cos’è l’Azotemia

L’azotemia è il livello di azoto presente nel sangue, dove l’azoto è un prodotto di scarto legato al processo di metabolismo proteico. La misurazione dell’azotemia avviene attraverso la determinazione dell’urea.

Il calcolo si chiama Blood Urea Nitrogen e i valori normali dell’uomo sono di circa 9-20 mg/dl. L’urea è un composto chimico, un prodotto di scarto che viene creato nel cosiddetto ciclo dell’urea, ovvero attraverso il catabolismo* delle proteine che ha luogo ogni giorno nell’organismo umano con l’alimentazione.

L’urea viene espulsa attraverso i reni e l’urina, ma in alcuni casi i valori possono essere superiori alla norma e in questo caso si parla di azotemia alta.

I sintomi

I valori normali dell’azotemia sono tra 322 e 46 mg/dl e se l’organismo non riesce a eliminare in modo naturale le scorie di sostanze azotate, l’azoto stesso si accumula nei reni e i sintomi si manifestano con perdita di peso, diarrea, vomito, pallore diffuso e anche tachicardia.

Come puoi notare, si tratta di sintomi molto importanti e intensi, che chiedono di essere valutati dal medico curante anche in base alla causa che ha scatenato il processo.

Le cause

Le cause dell’azotemia alta sono innanzitutto ricercabili nell’insufficienza renale, ma il problema può manifestarsi anche a seguito di emorragie gastrointestinali, ostruzione delle vie urinarie e infezioni alle stesse, oppure a causa del morbo di Addison, una condizione di deficit che si manifesta per cause ormonali.

Questa patologia può essere una conseguenza di emorragie, di ustioni, di disidratazione e anche di malattie infettive come la tubercolosi, nonché di patologie come il diabete e la gotta.

Anche i regimi alimentari errati, come la dieta iperproteica sono da annoverarsi fra le cause dell’azotemia.

Per chi ricerca informazioni mirate sull’argomento è ideale consultare portali specializzati in salute e benessere come ad esempio sanioggi.it e leggere una guida completa su cause e rimedi per l’azotemia alta per conoscere in modo approfondito il problema.

Come individuarla

L’azotemia può essere controllata con le analisi del sangue, che vanno eseguite almeno una volta all’anno per monitorare lo stato di salute generale. Il valore singolo dell’azotemia alta nel sangue è indicativo del buon funzionamento dell’apparato renale e per comprendere che il rapporto dieta/proteine sia equilibrato e mai eccessivo.

Che dieta seguire

L’azotemia alta può essere prevenuta e quindi controllata attraverso l’alimentazione. Se si verifica questo problema è importante che il rapporto fra cibi da evitare e la conoscenza del rapporto azotemia alta /cosa mangiare sia preciso e indicato dal medico curante.

È innanzitutto fondamentale evitare la dieta iperproteica, regolando l’impiego di sale e il controllo dei sali minerali come il fosforo e il potassio che vengono assunti con l’alimentazione.

È importante prevenire le infezioni e ristorare l’organismo alimentandosi con molti cibi vegetali come la frutta e la verdura, abbandonare l’eccessivo consumo di carne rossa e scegliere carni più leggere come il pollame.

È inoltre fondamentale nel rapporto fra azotemia alta e alimentazione imparare ad annoverare nella dieta quotidiana il pesce e anche i carboidrati di origine integrale, che migliorano la digestione e la funzionalità degli organi vitali.

Per contrastare l’azotemia alta è fondamentale bere tanta acqua naturale a temperatura ambiente, che aiuta la funzionalità dei reni e si impegna a  ripulire il corpo dalle tossine accumulate, stimolando la diuresi.

Diversi tipi di azotemia

I tipi di azotemia sono due: l’azotemia alta e l’azotemia bassa. Quest’ultima si verifica quando i valori di azoto nel sangue scendono sotto la soglia standard. In questo caso i livelli di azoto si assestano sotto i 22 mg/dl e fra le cause di questo problema si incontra la troppa attività fisica, ma anche l’eccessiva idratazione.

I sintomi si manifestano nella perdita di appetito, nella diffusa stanchezza e nelle spiacevoli manifestazioni quali la diarrea, il vomito, la stanchezza cronica e la perdita di interesse emotivo e concentrazione.

*Il catabolismo è l’insieme di reazioni e processi metabolici attraverso i quali organismo separa le molecole organiche complesse in molecole più semplici. 

Ti è piaciuto l’articolo sull’Azotemia Alta cause e sintomi?

Condividilo su Facebook, Twitter, Pinterest, Google+Tumblr, diventa fan sulle pagine o contribuisci lasciando un commento.

Per qualsiasi info, curiosità, richiesta, scrivi in redazione con questa mail scriviallaredazione@gmail.com, ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

About Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Lascia un commento