Come rimuovere il calcare, guida pratica

Come rimuovere il calcare, guida pratica

Una delle cose che trovo più insopportabili tra le mura domestiche è proprio lui, ma cos’è? e come rimuovere il calcare? Ecco la guida completa.

Cos’è il calcare?

Sono certa che lo conosci benissimo dal punti di vista “estetico”, purtroppo è ben visibile. Forse però non lo conosciamo a fondo.

Il calcare è una roccia sedimentaria composta di calcite e che si trova spesso diluito nell’acqua. Questo minerale causa moltissimi problemi e non solo “estetici”. Lo vedi ad esempio sedimentare nel wc, o nei lavandini. E se è bruttissimo da vedere è purtroppo anche dannoso.

Dove si deposita il calcare

Come togliere il calcare, guida pratica

Praticamente ovunque ci sia, o passi, dell’acqua. Come ti dicevo puoi vederlo nel wc (sono quelle strisce marroncine che compaiono ad un certo punto in prossimità dei punti dove scende l’acqua oppure attorno ai rubinetti dell’acqua nei lavelli.

È visivamente brutto e da l’idea di sporco. Se poi non lo elimini spesso tende a formare incrostazioni che poi è difficile togliere.

Purtroppo il calcare è causa anche di malfunzionamenti nella lavatrice, così come nella macchinetta del caffè, nel ferro da stiro e nella lavastoviglie. Persino le stoviglie finiscono per perdere brillantezza a causa dei depositi di calcare.

Come rimuovere il calcare

Il metodo più semplice ed efficace, però devi farlo regolarmente così il calcare non forma pesanti incrostazioni, è con l’aceto. Puoi utilizzare mezzo bicchiere di aceto nella lavastoviglie, oltre a pulirla dal calcare otterrai bicchieri lucidi.

Puoi utilizzare questo metodo, come anche l’acido citrico, nella macchinetta del caffè, ma per utilizzare quest’ultimo devi dosarlo nel modo corretto altrimenti è irritante. Altra alternativa è il bicarbonato di sodio, utilissimo per pulire e igienizzare moltissime cose in casa. Questi rimedi spesso vengono definiti “della nonna“, in realtà sono pratiche fai da te che rispettano anche l’ambiente.

Come rimuovere il calcare, guida pratica

Per il ferro da stiro vale il medesimo principio (per evitare la formazione di calcare conviene sempre svuotarlo una volta finito di usarlo e quando è diventato freddo). In alternativa puoi utilizzare l’acqua demineralizzata o acqua filtrata con le caraffe addolcitrici.

Per la lavatrice va benissimo l’aceto, ma devi farla andare senza carico.

In alternativa ad aceto e acido citrico ci sono prodotti specifici che puoi trovare in vendita sia nei supermercati che negli store online. Qui sotto te ne propongo alcuni di noti marchi.

Negli elettrodomestici come lavatrice e lavastoviglie e nei ferri da stiro a caldaia soprattutto l’anticalcare andrebbe utilizzato regolarmente.

Per bicchieri, caraffe, macchinetta del caffè e non solo è sufficiente mettere in ammollo per una decina di minuti nel lavello riempito di acqua con mezzo bicchiere di aceto.

foto dalla rete

[Total: 1 Average: 5]
Loading...

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: