Cos’è l’INCI nella cosmetica

Cos'è l'INCI nella cosmetica

Ne hai sentito parlare, ma non sai bene di cosa si tratti? Ti spiego cos’è l’INCI in cosmetica e come leggerlo.

Le etichette dei prodotti di bellezza, della cosmesi, riportano l’INCI. Di cosa si tratta? Te lo spiego in breve.

La parola INCI è un acronimo e significa International Nomenclature of Cosmetic Ingredients e sostanzialmente è l’elenco degli ingredienti cosmetici scritti rispettando la nomenclatura standard del settore.

Dal 1997 è OBBLIGATORIO per legge che su ogni cosmetico venduto sia riportato l’INCI in modo da tutelare la consumatrice. Grazie all’INCI le persone possono anche rendersi conto se i prodotti contengono ingredienti a cui sono allergiche.

Nell’INCI gli ingredienti vengono scritti in ordine decrescente. Il primo ad essere elencato è l’ingrediente presente in quantità maggiore (espressa in percentuale %). Poi via via tutti gli altri. Gli ingredienti con una presenza al di sotto dell’1% sono indicati in ordine sparso.

Alcuni termini saranno scritti in latino (nomi botanici degli ingredienti o della farmacopea) gli altri saranno in inglese. Solo una parola è in francese (parfum). Maggiori info dettagliate le trovi sul sito dell’INCI Europeo.

Quindi che cos’è l’INCI di un prodotto?

Una denominazione internazionale che viene utilizzata per informare la consumatrice/utilizzatrice sugli ingredienti del prodotto cosmetico.

Cos'è l'INCI nella cosmetica

Come faccio a sapere su un prodotto ha un buon INCI

Prima ti ho spiegato che gli ingredienti sono scritti in ordine di percentuale. Questo già ti aiuta a capire se il prodotto in questione è buono.

Inoltre puoi anche scaricare sul tuo cellulare l’app INCI Beauty che ti consente di controllare i prodotti e quindi la qualità di un prodotto tramite il suo codice a barre. Se però vuoi farlo su un prodotto privo di codice a barre devi diventare premium.

Oppure puoi provare l’app Biotiful che però io non sono riuscita a scaricare.  In alternativa ci sono anche l’app francese Yuka che funziona sia con i codici a barre che con il nome del prodotto e Greenity.

INCI di prodotti di cosmesi naturale

Vuoi puntare su cosmetici e prodotti naturali? Ecco cosa non devono contenere:

  • siliconi,
  • parabeni
  • ingredienti che derivano dal petrolio e dalla raffinazione del petrolio,
  • ingredienti inquinanti (es. ADTA, TEA, MEA, MIPA)
  • ingredienti che creano allergie e possono danneggiare la pelle (DMDM Hydantoin, Methylisothiazolinone, Triclosan e Imidazolidinyl urea e Methylchloroisothiazolinone)

Fitocosmesi

È un ramo della cosmetica che utilizza principi attivi estratti solamente da vegetali. È nata prima la fitocosmesi, agli inizi degli anni Quaranta e in seguito il concetto di cosmesi naturale.

La differenza tra le due è che la fitocosmesi si riferisce in modo più specifico ai principi attivi, mentre la cosmesi naturale allarga l’orizzonte anche a eccipienti, oli essenziali, conservanti.

Le materie prime utilizzate sono suddivise in tre categorie:

  • sostanze estratte dai vegetali (o sali minerali) che non hanno subito alcuna modifica chimica e sono stati estratti solo con mezzi fisici.
  • derivati naturali a cui sono state apportate modifiche di lieve entità che non ne hanno ridotto la naturalità)
  • composti ottenuti da sostanze naturali, su cui si è intervenuto con un processo chimico.

Una risorsa utile per capire l’INCI stiamo valutando è il BioDizionario nel quale trovi oltre quattromila ingredienti con relativa spiegazione che ti aiutano a decifrare i componenti del prodotto.

Leggi anche Prendersi cura del proprio corpo.

blog mondodonne

 

[Total: 2 Average: 5]

Marina Galatioto

Scrittrice, blogger, content creator e social media manager. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Ama scrivere, leggere, occuparsi di riciclo e fai da te. La trovi anche su TikTok @marinagalatiotoautrice

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: