6 Dic '15

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

5 Shares

Domotica, cos’è e a cosa serve

La domotica

La domotica

Da un po’ di tempo si parla di “casa intelligente” e di “domotica“, ma cosa significano questi termini? E Cosa vogliono dire? Introduzione all’argomento.

Come è facile notare la tecnologia è entrata sempre più a far parte della nostra vita e, il suo impiego, ha facilitato e facilita la gestione della casa e non solo.

Nel secolo scorso, proprio con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita, ma anche la sicurezza e aumentare il risparmio energetico è nata la Domotica.

Cos’è la Domotica

Si tratta di una disciplina che studia e sperimenta strategie volte a creare una casa intelligente. La parola domotica deriva da domus, casa, e robotica, composte per creare un nuovo vocabolo con un suo significato.

Come dicevo la domotica è una disciplina e si occupa di trovare quegli strumenti e strategie che possono semplificare la nostra vita, migliorarla, darci più sicurezza e perchè no permetterci di ridurre i consumi e la gestione familiare.

Casa intelligente

Con questi termini si intende una casa (appartamento o villa, insomma un ambiente domestico, progettato in modo tale che chi ci vive possa usufruire dei vantaggi delle automazioni e delle apparecchiature installate.

Tecnologie avanzate vengono utilizzate per rendere robotica la casa, almeno in parte.

Il più comune sistema domotico è quello che prevede la possibilità di controllare in modo centralizzato varie funzioni della casa, come ad esempio l’accensione del riscaldamento, quella degli elettrodomestici o dei sistemi di allarme.

Ma sono davvero moltissime le funzioni che si possono controllare e gestire in modo remoto (ossia da lontano, da fuori, o attraverso applicazioni tramite smartphone).

Per esempio si possono gestire l’impianto di irrigazione dei fiori, il sollevamento delle tapparelle o la partenza dell’impianto di climatizzazione.

La priorità in ogni caso rimane sempre il risparmio energetico che può essere raggiunto grazie a nuovi elettrodomestici dotati di sensori che ne regolano il consumo. Inoltre, se puoi accendere il riscaldamento da remoto, quando esci dall’ufficio, risparmi sui consumi. 

Fanno parte di questi progetti domotici anche le fonti rinnovabili. Installare pannelli fotovoltaici che producono energia elettrica e pannelli solari che forniscono acqua calda sono soluzioni integrate negli impianti domotici.

Tutto per un sogno: la casa del futuro, nella quale non ci saranno sprechi, il consumo sarà ridotto e, grazie agli elettrodomestici intelligenti noi donne avremo a disposizione più tempo libero da dedicare alle attività che ci piacciono piuttosto che alle pulizie domestiche.

Il benessere psico-fisico e la salvaguardia dell’ambiente sono al centro del “pensiero domotico”.

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo su Facebook, Twitter, Pinterest, Google+, Tumblr e diventa fan sulle pagine oppure contribuisci lasciando un commento.

Per qualsiasi info, curiosità, richiesta, scrivi in redazione con questa mail scriviallaredazione@gmail.com, ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

 

photo credits | innovationjockeys

About Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Lascia un commento