3 Giu '16

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

0 Shares

Erbe aromatiche, prezzemolo, basilico e origano

erbe aromatiche

Le erbe aromatiche sono ingredienti che vengono usati molto spesso nella cucina italiana e che danno un gusto in più ai piatti, ecco quali sono e perchè si differenziano dalle spezie.

L’erba aromatica più utilizzata nelle nostre ricette è senza dubbio il prezzemolo che viene utilizzato per antipasti, primi e secondi. È una pianta spontanea che produce tantissime foglie e solamente queste vengono utilizzate.

Il prezzemolo fiorisce in estate e produce foglie per due anni consecutivi. Viene ritenuto utile all’organismo per la sua concentrazione di potassio e favorisce la diuresi.

prezzemolo

Ce ne sono di diverse specie.

Il re delle erbe aromatiche

È senza dubbio il basilico, lo dice anche il nome, difatti la parola greca “Basileus” significa appunto re. Utilizzato moltissimo in cucina viene coltivato sia all’aperto che in serra. Senz’altro sapete che il suo uso più comune è nel pesto genovese.

Altro uso invece è sulla caprese dove foglie piccole e fresche vengono stese qui e là su mozzarella e pomodoro.

Il basilico ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche oltre che essere un antiossidanti.

La salvia

Altra erba aromatica molto utilizzata è l’erba salvia. A me onestamente non piace molto come gusto, ma viene considerata un’erba medicamentosa dalle mille proprietà: digestiva, balsamica, antinfiammatoria, giusto per dirne alcune.

Il rosmarino

Il rosmarino è un’altra erba molto usata in cucina fin dal tempo degli antichi Romani, viene utilizzato soprattutto sulla carne cotta alla griglia e pare che una delle sue proprietà sia la capacità di curare disturbi intestinali.

rosmarino

rosmarino

La menta ha un gusto intenso e particolare, ma non viene utilizzata in tutta Italia allo stesso modo. Soprattutto utilizzata in ricette particolari, ha un profumo intenso.

Ci sono anche altre erbe aromatiche, come ad esempio la maggiorana, il timo e l’erba cipollina, ma queste non hanno un uso tanto comune, sono decisamente meno utilizzate in cucina.

La differenza tra le erbe aromatiche e le spezie è che le prime vengono utilizzate fresche e a volte essiccate, le seconde solamente essiccate. Molte spezie inoltre vengono dall’Oriente, come ad esempio la cannella, lo zenzero, il curry. I primi a farne uso in passato furono gli aristocratici, ricchi che potevano permettersi di comperarle dalle compagnie delle Indie che le portavano in Inghilterra. In Italia furono introdotte dai veneziani.

Ti è stato utile questo articolo sulle erbe aromatiche?

Contribuisci scrivendo un commento oppure condividilo su FacebookTwitter, Pinterest,Google+Tumblr, diventa fan sulle pagine.

photo credits | greenblender

About Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: