26 Giu '17

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

3 Shares

Giornata Internazionale contro l’abuso ed il traffico illecito di stupefacenti

Giornata Internazionale contro l’abuso ed il traffico illecito di stupefacenti

Oggi è la Giornata Internazionale contro l’abuso ed il traffico illecito di stupefacenti e Mondodonne.com vuole ricordare come le droghe siano un problema sociale. Ecco cosa ne pensiamo.

Il senso Giornata Internazionale contro l’abuso ed il traffico illecito di stupefacenti

In questo giorno ricordiamo al mondo intero come le droghe siano nocive per l’organismo e la mente. Ogni anno, solo in Europa, muoiono per overdose tra le 7.000 e le 8.000 persone e oltre un milione di individui ricevono trattamenti a causa dell’uso di droghe.

Purtroppo l’età in cui iniziano a farne uso è sempre più bassa e questo non fa che peggiorare le condizioni della società che si ritrova a dover affrontare problemi non da poco come lo spaccio, i furti, le aggressioni, tanto per dirne alcuni.

Cosa fare?

Noi di Mondodonne.com sosteniamo la necessità di fare prevenzione e non importa se incorriamo nelle ire e nei commenti negativi di alcuni. Ciò che ci domandiamo quando qualcuno commenta in modo sgarbato, volgare e maleducato, è quanto chi sta scrivendo sia già schiavo della droga.

Noi prendiamo posizione e ci schieriamo con tutti quelli che NON sono d’accordo a drogarsi, che sperano che il figlio non lo faccia. Sapete quanti ragazzi fanno uso di droghe? Tantissimi! E ci sono genitori che si arrabbiano se solo glielo si fa notare.

Nella scuola di mio figlio qualche genitore addirittura inneggiava slogan nei quali si lamentava del fatto che non venivano rispettati i loro diritti solo perchè volevano guardare nelle cartelle e controllare per scoprire CHI portava la “roba a scuola”.

Sembra incredibile, ma è vero.

Lo stesso accade con l’alcool. Fino a quando non capita nulla si può fare lo struzzo, però poi basta. È successo ai genitori la cui figlia è entrata in coma etilico per aver bevuto vodka a 15 anni. Ma dobbiamo essere liberi!

Mi scuso per la mia punta di sarcasmo e ironia di oggi, ma ne ho viste davvero di tutti i colori nella mia carriera di giornalista e sentire alcuni dire che “la droga non fa male” dopo aver visto negli ospedali, nelle carceri, quante persone rovinate ci sono non mi sento di essere troppo accomodante.

Io credo che chi si droga abbia dei problemi, delle difficoltà nella vita che non è riuscito a risolvere. Questo penso e credo che la prevenzione possa aiutare ad evitare di cadere nelle trappole e aiutare chi purtroppo ne fa uso serve soprattutto a creare una società migliore in cui vivere.

Dove non dobbiamo aver paura ad attraversare la strada, o a guidare di sera, a causa della possibilità di fare incidenti con chi è fuori di testa.

Sul blog puoi trovare testimonianze, interviste, eventi, suggerimenti e consigli. E a proposito di consigli di suggerisco di leggere l’intervista a Germano. La rovina per lui è stato l’alcool.

Ti è stato utile questo articolo sulla Giornata Internazionale contro l’abuso ed il traffico illecito di stupefacenti?

Se vuoi fare prevenzione, o conosci qualcuno che purtroppo usa droghe a questo link puoi trovare opuscoli gratis e informazioni.

la verità sulla droga

Condividilo su FacebookTwitterPinterestGoogle+Tumblr, diventa fan sulle pagine di Mondodonne o contribuisci lasciando un commento.

About Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Lascia un commento