3 Lug '16

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

5 Shares

Ciliegie, gusto e proprietà benefiche

Le ciliegie

Le ciliegie sono frutto di questa stagione. Gustose e dai tanti sapori diversi, a seconda della specie, sono ricche di sostanze benefiche, ecco quali.

Le Ciliegie, frutto di stagione

Chi sa resistere alla tentazione delle ciliegie? Rosse, lucide, croccanti, le ciliegie non mancano sulle nostre tavole. Possono essere la frutta a fine pasto oppure una merenda gustosa per grandi e piccini.

Delle ciliegie si di che una tira l’altra ed è assolutamente vero! Anche se non di dovrebbe esagerare, ma procediamo per ordine.

Questo frutto tipicamente estivo ha molte proprietà benefiche. Come prima cosa contengono un alto quantitativo di vitamina C (11 milligrammi ogni 100 gr) e come sapete questa vitamina ha moltissime funzioni. Ne parleremo anche in un prossimo articolo.

Inoltre le ciliegie sono ricche di potenti antiossidanti, i polifenoli che aiutano nella prevenzione delle malattie oncologiche e metaboliche oltre ad avere una funzione protettiva nei confronti dell’intestino.

Sono anche ricche di fibre.

Di contro, però, essendo frutti molto zuccherini, hanno un alto apporto calorico, si attesta a 38 calorie per etto. Fragole, pesche e anguria hanno sono inferiori come apporto calorico.

Per evitare di ingrassare a causa di porzioni esagerate di ciligie ricordate che se si hanno problemi di linea non se ne può consumare più di un etto e mezzo al giorno.

Con questa quantità giornaliera il vostro corpo produrrà una maggiore quantità di antiossidanti che contrastano l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare.

L’ideale è consumare questo frutto in fresche macedonie con noci, nocciole e mandorle ricche di vitamina E.

Uno dei ricordi più belli che ho legato alle ciliegie è di quando ero bambina e andavo in montagna con mia nonna. Nostra zia aveva un albero di ciliegie in giardino, così con i miei cugini ci arrampicavamo sulla pianta, sedevamo su un ramo robusto e mangiavamo questi frutti croccanti direttamente dalla pianta ridendo e scherzando.

Mia nonna giocando diceva che così ci mangiavamo anche il “giuanin”, ma noi non ne eravamo troppo preoccupati!! in fondo quel piccolo vermetto si nutriva di ciliegia!

Ti è piaciuto questo articolo sulle ciliegie? Lascia un commento, ne saremo felici.

Condividilo su Facebook, Twitter, Pinterest, Google+Tumblr, diventa fan sulle pagine.

 

photo credits | marina galatioto.com

About Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Lascia un commento