31 Mar '16

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

2 Shares

Pasta di zucchero: i coloranti creano problemi di attenzione ai bambini

Pasta di zucchero

Pasta di zucchero

La pasta di zucchero può nuocere ai bambini, lo sapevi? A parte essere fatta di zucchero, ingrediente che, se preso in grosse dosi causa di per sè problemi, i coloranti che vengono utilizzati per colorarlo posso essere anche peggio. Ecco perchè.

I coloranti utilizzati per fare la pasta di zucchero colorata possono avere effetti nocivi sui bambini agendo sull’attività e l’attenzione. Ti sembra incredibile?

Io l’ho scoperto acquistando un panetto di pasta di zucchero in una nota catena di pasticcerie. La pasta di zucchero che ho acquistato, di colore rosso, mi serviva per decorare la torta di San Valentino, quindi puoi immaginare, l’avevo acquistata rossa.

Pasta di zucchero

Pasta di zucchero

Mentre preparavo il dolce per la serata ho letto gli ingredienti della pasta di zucchero e … Come puoi vedere tu stessa (ho annerito il nome della catena di pasticcerie) molto in piccolo, e come ultima cosa, c’è scritto:

“I coloranti utilizzati possono muovere negativamente sull’attività e l’attenzione dei bambini”.

Pasta di zucchero

Pasta di zucchero

Cosa significa? Che se esageriamo nel permettere di mangiare pasta di zucchero in quantità avremo un bambino iperattivo che non riesce a stare fermo e nemmeno a concentrarsi?

Dalle indicazioni sull’etichetta sembrerebbe proprio di sì.

Per assurdo che possa sembrare è vero. Molti coloranti hanno effetti negativi sia sul corpo che sulla mente, posso indurre problematiche anche gravi.

Di alcuni coloranti ne è persino vietato l’utilizzo perchè definiti tossici dai vari enti che sono preposti alla salvaguardia della salute.

È curioso però che lo siano, vietati, in alcuni Stati e in altri no, come se la tossicità dipendesse da dove si vive. In realtà la tossicità c’è, che il colorante venga dichiarato tale oppure no dipende dai parametri sui quali viene presa la decisione.

Ti faccio un esempio concreto. Se un colorante ha tossicità 5, ad esempio è quella nazione proibisce l’utilizzo alimentare di tutti questi ingredienti che hanno una tossicità superiore a 4 il colorante verrà bandito.

Se invece la nazione è più tollerante, e ad esempio giudica tossici solo ingredienti sopra il livello 8, allora il colorante rimarrà in circolazione e verrà utilizzato.

Obiettivamente parlando, preferisco un regime più stretto, che possa garantire una maggior tutela della salute.

Qualcuno sostiene che se stessimo a guardare tutto non dovremmo mangiare niente. Può essere vero, ma fintantoché si può evitare ciò che fa male perchè non farlo?

Poi vengono diagnosticate l’ADHD e tutte le altre “malattie”, molto comuni tra i bambini, di cui però nessuno è in grado di fare diagnosi dei stabilire da dove provengano e perchè si manifestino.

Magari partendo da un’alimentazione sana, da una vita men frenetica, si potrebbero migliorare molto le condizioni di salute senza ricorre ai farmaci… E a proposito di farmaci, sapevi che alcuni contengono questi coloranti non ammessi in Italia?

Capita soprattutto se acquisti farmaci all’estero, perchè costano meno. Può capitare che nazioni differenti dalla nostra abbiano differenti parametri.

Vuoi sapere quali coloranti sono nocivi? Qui trovi una lunga lista di quelli tossici e anche di quelli che possono esser sunti senza problemi. Meglio informarsi, non credi?

Contribuisci all’articolo scrivendo un commento.

Ti è piaciuto questo articolo sulla Pasta di Zucchero?

Condividilo su Facebook, Twitter, Pinterest, Google+Tumblr, diventa fan sulle pagine.

About Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Lascia un commento