8 Feb '17

Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

0 Shares

Sigaretta Elettronica, dubbi e perplessità: perchè e come sceglierla

sigaretta elettronica sigarette eletroniche

Per molto tempo la sigaretta elettronica ha acceso il dibattito tra chi sosteneva fosse dannosa e chi, invece, la riteneva un’ottima scelta, soprattutto per chi fuma tantissimo. Perchè sceglierla? E come?

Sigaretta Elettronica

Molto spesso viene chiamata e-cigarette o e-cig ed ha davvero acceso il dibattito tra chi sosteneva fosse peggio delle normali sigarette e chi sosteneva il contrario. Ovviamente si può ben immaginare che in un modo o nell’altro vi siano coinvolti anche grandi affari.

Con l’arrivo delle sigarette elettroniche erano arrivati anche i negozi specializzati che le vendevano, ma una pubblicità negativa ne ha fatti chiudere davvero molti. Il boom di vendite che all’inizio aveva fatto nascere un nuovo commercio si esaurì e calò di molto proprio a causa di ciò che veniva pubblicato e asserito.

Con il tempo però alcuni studi e ricerche hanno stabilito che la sigaretta elettronica fa molto meno male che la sigaretta normale. Uno degli ultimi studi scientifici e ricerche è stato pubblicato sulla rivista di settore Annals of Internal medicine.

Un numero di tabagisti è stato seguito per diciotto mesi e le analisi hanno evidenziato che le e-cigarette, ovvero le sigarette elettroniche sono decisamente meno dannose delle altre. Nel corpo vengo introdotte molte meno sostanze cancerogene.

Molte altre sono state le ricerche e gli studi fatti nel corso degli ultimi anni, ma ad ora, nonostante le polemiche, la sigaretta elettronica sembra proprio essere un’ottima soluzione per chi non vuole smettere di fumare.

Curiosità

Sapevi che la prima sigaretta elettronica fu brevettata nel 1963 dall’americano Herbert A. Gilbert? Fu però solo dopo quarant’anni che un farmacista cinese, tale Hon Lik, ne fece una che divenne il primo prodotto commerciale: è quella che tuttora conosciamo.

Come funziona

La sigaretta elettronica è composta da più parti, in linea di massima però possiamo dire che ci sono una base e la parte superiore. Nella parte inferiore ci sono la batteria e la resistenza che servono per scaldare il liquido e trasformarlo in fumo, o meglio vapore.

Per funzionare, la sigaretta, deve contenere il liquido per sigarette elettroniche che può essere con o senza nicotina.

Ci sono davvero tanti modelli di sigaretta elettronica, anche per principianti (inteso come chi si approccia per la prima volta all’uso della e-cig). La differenza è che con le e-cigarette per principianti è più facile sia l’utilizzo che l’aspirazione.

Grandi fumatori, i problemi con i familiari

Mi sono avvicinata alla sigaretta elettronica per risolvere un problema familiare: mio marito è un gran fumatore, alcuni giorni arrivava anche a trenta sigarette. Un vero incubo. Ho sempre insistito parecchio per farlo fumare sul balcone, o solo in cucina con la ventola accesa. Gli ho sempre proibito di di infestare il resto dell’appartamento.

Ma provate a pensare a un fumatore costretto ad andare sul balcone d’inverno! Sì, il fumo è un vizio, ma dirlo non risolve la situazione. Per sua ammissione a volte non si rende nemmeno conto di accendere la sigaretta.

Per i fumatori è un gesto talmente meccanico, talmente entrato nelle attività quotidiane che nemmeno si rendono conto. Magari ne hanno appena spenta una che ne stanno già accendendo un’altra.

La vita può davvero diventare pesante, sia per chi fuma, che per chi non fuma. Specialmente se in casa ci sono anche bambini o adolescenti. Non vorremmo che i nostri figli fumassimo eppure a volte non siamo un buon esempio. Inoltre, chi non fuma lo sa bene, vestiti e persino capelli, se fumi al chiuso poi puzzano di fumo. Il che non è piacevole.

Soluzione con la sigaretta elettronica

A Natale ho pensato di regalare a mio marito una sigaretta elettronica. Prima ho sondato il terreno per vedere se potesse esserci un interesse. Per fortuna, visto che anche lui si rendeva conto del problema, almeno a parole!!!, ha accettato di provare.

Ho acquistato una sigaretta elettronica per principianti e il liquido. Non sapendo cosa fare ho scelto un liquido con nicotina (6mg) e uno senza nicotina.

Diciamo che quando ha provato quello con la nicotina quasi si è strozzato. È così forte da dare fastidio. Ha iniziato a tossire e non ha più voluto usarlo. Quello invece con 0 nicotina l’ha trovato perfetto.

Non ci crederete, ma già dai primi giorni ha ridotto drasticamente il consumo di sigarette passando da una trentina a una dozzina si e no. Inoltre può fumare in casa, sul divano e nei locali pubblici dove non è espressamente fatto divieto.

Svapare nei luoghi pubblici

Fumare con la sigaretta elettronica viene definito svapare. Per quanto riguarda i luoghi pubblici pare non ci sia ancora una normativa che regolamenti questa attività. Su alcuni treni ad esempio è proibito e anche in alcuni locali. In altri invece no.

Chi passa alla sigaretta elettronica la usa molto spesso durante la giornata, ma in realtà produce solamente vapore. Nel liquido non sono contenuti nocivi. I liquidi sono testati e certificati. Per l’acquisto è sufficiente scegliere marche che danno garanzie.

In conclusione

Di sicuro la sigaretta elettronica ha risolto il nostro problema. Inoltre il liquido che abbiamo scelto, e che mio marito trova buonissimo (ha il sapore di tabacco americano, è bio. Quindi ancor più garantito a livello di qualità e bontà.

Per la sigaretta elettronica

Un’ottima scelta è questa della Joyetech, si chiama eGo AIo Full Kit, la puoi acquistare anche attraverso il banner appena qui sotto. È il kit di sigaretta elettronica più venduto su Amazon con ben 90 recensioni positive dei clienti.

Per il liquido della sigaretta

Per il liquido sigaretta elettronica, invece ti propongo questo che ho acquistato per mio marito, della Biofumo. Tre flaconcini li trovi ad un prezzo speciale. Hanno 0 di nicotina. Li puoi acquistare al gusto di tabacco, come questo:

C’è anche al sapore di tabacco americano, secondo me il migliore, come gusto. Per chi invece ama svapare con fragranze differenti… che ne dici della fragola?

Ecco un liquido sigaretta elettronica alla fragola sempre della Biofumo. È un prodotto Made in Italy.

Lo puoi vedere e acquistare anche utilizzando in banner qui sotto. La confezione contiene 4 flaconcini.

Tiriamo le somme

In conclusione, se la acquisti per qualcuno che conosci, o per te, la sigaretta elettronica ha molti vantaggi. Mio marito si diverte a svapare e non sente nemmeno più tanto il bisogno di fumare. Utilizzando questa sigaretta poi si è accorto che se torna a fumare le altri gli viene subito “la bocca cattiva”.

E infine, hai mai pensato a quale possa essere il risparmio di una persona che fuma anche solo un pacchetto al giorno? Se consideri che costano circa 5 euro a pacchetto per 365 giorni di un anno fanno la bellezza di 1.825 Euro. Davvero una cifra con cui potresti andare in vacanza o pagare le rate della macchina nuova.

Se proprio non vuoi pensare alla salute!

Svapare ad ogni modo costa mooooolto meno. Un’ottima sigaretta costa dai 25 ai 50 euro. Il liquido dieci euro circa a boccetta da 30mg. Poi dipende dal consumo, ma a mio marito è durata circa tre settimane. In pratica avrebbe speso dieci euro in due giorni con le sue normali sigarette contro 21 giorni di svapo.

Quindi con una sigaretta elettronica ci sono SALUTE; BENESSERE per chi fuma e chi sta attorno, RISPARMIO.

Pensaci!

Ti è piaciuto questo articolo sulla sigaretta elettronica?

Condividilo su Facebook, Twitter, Pinterest, Google+Tumblr, diventa fan sulle pagine o contribuisci lasciando un commento.

Per qualsiasi info, curiosità, richiesta, scrivi in redazione con questa mail scriviallaredazione@gmail.com, ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Iscriviti al sito e rimani aggiornata. Presto renderemo disponibile un ebook gratuito nel quale potrai trovare molte più informazioni su questo argomento.

About Marina

Scrittrice, giornalista, sceneggiatrice e blogger. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Gestisce blog e si occupa di pubbliche relazioni oltre che di Social Media e Marketing.

Related Posts

Lascia un commento