Come educare un cucciolo, tutto quello che devi sapere

Come educare un cucciolo

Una volta che l’hai adottato, come educare un cucciolo in modo che la convivenza sia bellissima per tutti? Ecco tutto quello che devi sapere.

La decisione di adottare un gatto, oppure un cane, non deve essere presa a cuor leggero. Bisogna essere consapevoli che rappresentano un impegno, più o meno gravoso, che hanno delle esigenze e soprattutto, una volta adottati non si possono restituire come pacchi postali.

Adottare un cucciolo

Prima di adottarlo ci dovremmo fare alcune domande, come ad esempio se siamo davvero disposti a modificare le nostre abitudini. Inoltre, sua che adottiamo un cane, oppure un gatto, dovremmo come minimo informarci su ciò che avranno bisogno. E poi capire se saremo in grado di darglielo.

Per esempio un cane deve essere portato fuori tre volte al giorno, sia che ci sia il sole o che piova a dirotto. Sei disposta? Mentre un gatto non impegna in tal senso.

Quando adotti un cucciolo devi pensare alla sua felicità oltre che alla tua. Di contro, l’arrivo di un animale in casa può davvero cambiare l’atmosfera e portare tanta gioia e serenità.

Al momento dell’adozione sarebbe meglio poter parlare con un educatore, o qualcuno che ha più esperienza di noi nel crescere un cucciolo. Questo perché saprà darci indicazioni su come comportarci.

Quando abbiamo deciso di adottare un cucciolo di gatto siamo andati al Gattile. Io volevo una femmina, perché la sua pipì non puzza, però non volevo doverla sterilizzare (è un’operazione invasiva). Al Gattile mi hanno spiegato che il gatto, una volta sterilizzato non segna più il territorio facendo pipì in giro. Inoltre non puzza nemmeno più. Sterilizzare un gatto maschio è un’operazione che prevede un taglietto piccolissimo da cui si riprende nel giro di pochissimo tempo.

Crescere un cucciolo

Per crescere un cucciolo sano e felice non è sufficiente nutrirlo o portarlo da veterinario quando serve. È importante capire il carattere del gatto, o del cane, per poterlo educare nel modo migliore, senza però essere troppo autoritari. Se l’animale avesse qualche problema comportamentale sarebbe meglio fargli iniziare un percorso riabilitativo (ad esempio se si trattasse di un cane aggressivo).

Crescere un cucciolo di gatto o un cucciolo di cane non è la stessa cosa. Hanno esigenze completamente differenti. differenti, di cui però si deve tener conto, per il loro benessere e anche per il nostro.

Una volta adottati dobbiamo dedicare loro del tempo che possa essere per le passeggiate oppure per giocarci. E ricordiamoci che ogni tanto, se serve, dobbiamo anche sgridarli, proprio come si farebbe con gli altri membri della famiglia se si comportano in modo scorretto.

Solo così impareranno a convivere con il resto della famiglia.

Come educare un cucciolo

Come educare un cucciolo

Dipende se è un gatto, oppure un cane. Fa mota differenza. Con un cane ci si può rivolgere ad addestratori di professione. Occorre però sceglierlo in modo davvero selettivo. È importante parlarci, capire quanto tiene agli animali, come se ne prende cura, come insegna.

Con un gatto non è possibile, ma si può comunque insegnargli certe regole comportamentali. Una volta stabilite, però, non devono essere cambiate. Un esempio? Non possiamo dirgli di stare giù dal tavolo quando c’è nostro marito oppure un ospite e lasciarlo salire indisturbato quando siamo sole.

Finirà per essere confuso e non obbedirà più.

Gli animali sono un po’ come i bambini, devono avere poche regole, ma estremamente chiare. A dire il vero dovrebbe essere così per tutti. È il modo migliore per farle rispettare.

L’importante è stabilire fin da subito cosa sia concesso all’animale, in modo che la convivenza sia facile e felice per tutti.

Inconvenienti di percorso

Capitano, eccome. Del resto è naturale e non possiamo prendercela troppo con loro. Ad esempio, mi avevano detto che a sei mesi avrei dovuto sterilizzare il gatto per evitare che facesse pipì in giro pe segnare il territorio. Complice il lockdown, abbiamo atteso qualche mese in più e lui, che era giusto nei suoi tempi, ci ha fatto pipì un po’ ovunque. Però devo dire che una volta sterilizzato ha smesso immediatamente e non l’ha più fatto.

Siamo noi umani a doverci occupare delle loro esigenze, a dover capire e sistemare la casa a loro misura.

Le vostre domande

Abbiamo raccolto le domande più comuni qui sotto.

Come gestire un cucciolo in casa

Con poche regole, ma precise, in modo che sia confuso. Niente eccezioni per un giorno, il cucciolo non sarebbe in grado di capire la differenza. Se hai bambini, regole precise anche a loro. Il cucciolo è un essere vivente, non un giocattolo. Spiegate anche ai bambini cosa possono e non possono fare con il cucciolo e cosa il cucciolo non deve fare.

Se combina disastri sgridatelo, non picchiatelo, se non con un giornale (fa rumore, ma non fa male) e soprattutto non gridate. Si spaventerebbe a morte.

Come educare un cucciolo

Come educare un cucciolo in modo corretto

Evitate di ricorrere continuamente alle punizioni. Piuttosto concentratevi sul premiarlo quando fa una cosa buona. Soprattutto con i cani utilizzate i comandi e poi premiatelo con un biscottino, un croccantino o simili.

Come addestrare un cane a non sporcare in casa

Che in qualche modo vale anche per i gatti. Picchiatelo sul sedere con il giornale, oppure mettetegli il naso nella pipì.

Come togliere il vizio di mordere al cucciolo

Quando gioco con il nostro gatto spesso mi morde la mano. Quando stringe troppo forte gli ripeto “piano, fai piano”, mentre gli do dei leggeri colpetti (leggerissimi), sulla testa. Gli animali non sono stupidi, comprendono. Difatti molla subito la presa e fa più piano. Se però il problema non accenna a migliorare, si può portare il cane da un addestratore.

Quando si calmano i cuccioli?

Quando vengono sterilizzati diventano più quieti e tendono anche ad ingrassare. Si tranquillizzano anche crescendo. Energia e voglia di giocare sono tipici dei cuccioli.

 

blog mondodonne

 

 

[Total: 1 Average: 5]

Marina Galatioto

Scrittrice, blogger, content creator e social media manager. Pubblica romanzi e racconti sulle maggiori riviste femminili italiane. Molte sue opere sono in vendita su Kobo e Amazon. Ama scrivere, leggere, occuparsi di riciclo e fai da te. La trovi anche su TikTok @marinagalatiotoautrice

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: